I.R.E.M. elettromedicali fornisce l’assistenza tecnica secondo la garanzia di legge che segue ogni suo apparecchio, per le eventuali  riparazioni.

I.R.E.M. fornisce anche la manutenzione delle apparecchiature, secondo D.Lgs. 81/2008 delle norme C.E.I. 62-5 (valide per gli apparecchi elettromedicali)/EN 60601-1/IEC 62353, che stabilisce l’obbligatorietà da parte del datore di lavoro di sottoporre le attrezzature a verifiche periodiche volte a valutare l’effettivo stato di conservazione e di efficacia ai fini della sicurezza della medesima attrezzatura.

I.R.E.M. a questo riguardo, offre sia un servizio di consulenza e esecuzione delle prove elettriche.

La manutenzione deve essere eseguita a norma di legge esclusivamente da personale qualificato e consiste nell’esecuzione di tutte le verifiche, ispezioni e prove ai fini della sicurezza; essa comprende:

  • Misura della resistenza del conduttore dì protezione.
  • Misura della corrente di dispersione verso terra.
  • Misura delle correnti di dispersione permanenti e delle correnti ausiliarie nel paziente.
  • Misura della corrente di dispersione nell’involucro.
  • Verifica della resistenza di isolamento.
  • Verifica della documentazione a corredo (manuale d’uso e delle targhette di riconoscimento).

I.R.E.M. è autorizzata a effettuare verifiche periodiche di sicurezza dei dispositivi medici alimentati da una particolare sorgente di alimentazione sulle apparecchiature elettromedicali secondo la norma italiana CEI 62-148.

I.R.E.M. consiglia di eseguire le verifiche di sicurezza almeno una volta all’anno per le apparecchiature utilizzate in sala operatoria e/o locali assimilabili.

A ogni verifica positiva segue l’apposizione dell’etichetta di conformità I.R.E.M. dove appare la data del controllo e quella della prossima verifica.

Il tecnico che esegue la manutenzione redige un test report che attesta la conformità del dispositivo a quanto previsto dalle norme in vigore. Copia del test report è consegnata al cliente che lo esibirà in caso di ispezione da parte degli enti preposti .

La periodicità delle verifiche di sicurezza, raccomandata dalla guida CEI 62-148, è da sei mesi a tre anni in base alle esigenze della struttura e dall’utilizzo dell’apparecchio.

Dopo ogni riparazione deve sempre essere effettuata una verifica di sicurezza. È facoltà del Costruttore di un apparecchio elettromedicale raccomandare una periodicità adeguata.